Indietro

Cantieri in collina, pendolari con l'incubo scuole

Il vice presidente del consiglio regionale ha puntato il dito sui lavori in corso lungo la via Bolognese, sull'asse viario tra il Mugello e Firenze

FIRENZE — I cantieri aperti sulla via Bolognese destano preoccupazione in vista della riapertura delle scuole, sono tanti infatti i pendolari che da lunedì scollineranno le strettoie per raggiungere gli istituti scolastici presenti nel capoluogo toscano.

 A puntare il dito sui lavori lamentandone il ritardo è stato il vice presidente del consiglio regionale, Marco Stella "I cantieri sono pericolosi per i residenti e i pedoni, ma anche per gli automobilisti. Sono in ritardo, da cronoprogramma dovevano finire prima dell'inizio delle scuole, che riapriranno i battenti fra tre giorni. Chiediamo al Comune di Firenze e alla società che ha eseguito i lavori per quale motivo non si sia lavorato h24, sette giorni su sette, considerata la delicatezza del tratto stradale in questione per il traffico fiorentino". "Una strettoia sui cantieri stradali - ha sottolineato Stella - fa da tappo al traffico che dal Mugello va a Firenze e viceversa, con la conseguenza di provocare code in zona piazza Libertà. Non oso immaginare le ripercussioni che ci saranno da lunedì 16, quando le scuole riapriranno i battenti. Ormai lo diciamo da tempo, l'unica soluzione per accelerare i lavori e ridurre i disagi ai cittadini è prevedere turni di lavoro 24 ore su 24, su tutti i giorni della settimana".

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it